Bas Card 11 “Apprendimento e fare”

/Bas Card 11 “Apprendimento e fare”
Bas Card 11 “Apprendimento e fare” 2018-03-24T12:27:09+00:00

Il metodo Bas ti dice come funziona: l’apprendimento e il fare.

Uno degli assunti del metodo Bas è quello del “fare”. L’apprendimento avviene quando si fa, ci si esercita. Chi vuole imparare ad andare in bici non può subito mettersi sulla bici e partire. Certo ascoltare qualcuno che lo sa già fare è utilissimo ed importante ma poi per saper andare in bici devi prendere le “due ruote” e provare, provare e riprovare, provare ancora, sbagliare, riprovare, trovare difficoltà e riprovare e riprovare ancora finchè, dopo un sospiro di sollievo vai. Poi, anche quando impari, se vuoi migliorarti può esserti molto utile leggere qualche libro su di un ciclista che ti spiega i trucchi del mestiere, ti da delle dritte su come puoi migliorare, ti può persino spiegare come essere super bravo, ma poi anche lì devi metterti a pedalare, a pedalare e pedalare ancora. La Vita funziona così. È importante apprenderlo proprio a scuola. Qualunque sia il vissuto del discente questo meta-apprendimento va acquisito nelle aule degli istituti atti alla conoscenza.
Nella scuola invece, può accadere di tendere ad allungare i tempi di spiegazione ed ad accorciare i tempi di apprendimento in classe con la falsa illusione che si va più veloci o per altri motivi. In realtà è a scuola che i bambini/ragazzi devono apprendere e, questo avviene solo se il discente lavora/studia in aula. Può succedere, che gli stessi alunni sono sottoposti a spiegazioni lunghe e continue e a poche esercitazioni in classe con il rimandare l’allenamento a casa. Questo lavoro, a casa a volte non viene svolto, o viene svolto con  scarso impegno, con la conseguenza di avere problemi di non corretto apprendimento. È scontato che i tempi della spiegazione dipendono molto dalle età dei discenti, ma comunque il concetto di base non cambia: “a scuola si apprende facendo”. Per questo alcuni paesi, con risultati molto positivi, allungano i tempi scuola e non assegnano compiti per casa. Altra conseguenza dannosa potrebbe essere quello di acquisire anche una mentalità da “lavoratore full time” molto pericolosa per il benessere della persona* (nota per il lettore).

IL METODO BAS TI INFORMA SU COME SI FA

Riflessione

L’apprendimento oltre ad essere qualcosa che si “ascolta”,
è  soprattutto qualcosa che si “fa”.
Solo dopo lo vedi.

 


Leggi altre CARD (BAS® in pillole)

 

* (nota per il lettore)

Oggi può capitare di avere la sensazione di vivere una vita “sempre a lavoro”. Se da piccoli si “insegna” (nel senso negativo del termine –segnare la mente-) che a scuola lavori 5 ore, poi vai a casa e studi per altre 5 ore e arrivi anche a lavorare a volte 12 ore al giorno (se frequenti certe scuole superiori o l’università si arriva ad un numero pazzesco di ore), già dai per scontato che da adulto sarà così. Succede allora, qualcosa di pericoloso, cioè acquisisci una mentalità dove dai per scontato, che sia normale che il tempo per te, per dedicarti alle tue cose non esiste, non c’è. Non puoi dedicarti alle cose che ti piacciono, alla famiglia, agli hobby, alle relazioni piacevoli, ecc. Tutto diventa dovere ed il piacere è molto limitato. Questo a lungo andare, crea un modo di vivere dove è impossibile “staccare per ricaricarsi”, sei sempre sospeso, hai la sensazione che hai sempre da fare e che il tempo non ti basta mai.  È  questo a sua volta che crea l’humus per un malessere psicofisico della persona quotidiano dove ad esempio, anche quando hai finito di lavorare non riesci a godere del tempo ricreativo che ti doni (se hai la fortuna di concedertelo) .