Programmazione Neuro Linguistica

/Programmazione Neuro Linguistica
Programmazione Neuro Linguistica 2017-10-03T19:07:44+00:00

PNL

(PROGRAMMAZIONE NEURO LINGUISTICA)

La PNL è nata dai lavori di osservazione effettuate da R. Bandler e J. Grinder che volevano riprodurre (modellare) le eccellenze, per studiarne le modalità. Inizialmente E. Berne (fondatore della analisi transazionale), poi Virginia Satir (madre della terapia familiare) e così via molti altri personaggi di successo hanno iniziato a modellare.

La PNL, attiva in Italia dall’inizio degli anni Ottanta, ha sviluppato modelli ed interventi usati in psicoterapia, nelle aziende, nelle scuole e nei centri di formazione. La programmazione neuro linguistica è una disciplina che, tramite lo studio di modelli comportamentali e comunicativi umani, ha come finalità l’insegnamento dei suddetti per migliorare le proprie potenzialità relazionali e comunicative. La PNL viene definita quindi “STUDIO DELL’ESPERIENZA SOGGETTIVA”

PROGRAMMAZIONE

Si basa sull’idea che l’essere umano funziona con dei programmi che determinano il comportamento e quindi i risultati.

NEURO

Ogni comportamento umano è fatto di processi neurologici: il sistema nervoso riceve stimoli dagli organi di senso (vista, tatto, udito, olfatto e gusto) e li rielabora come percezioni e rappresentazioni.

LINGUISTICA

I processi mentali umani sono codificati, organizzati e trasformati attraverso il linguaggio. Le parole sono ponti che collegano le rappresentazioni interne del mondo con quel che accade nell’esperienza. Il linguaggio è l’espressione individuale della nostra percezione soggettiva.

I PRESUPPOSTI

In seguito ai risultati della ricerca condotta da Rosenthal e Jacobson, Bandler e Grinder hanno dedotto l’importanza delle credenze ed il loro impatto sul risultato. Hanno quindi creato i PRESUPPOSTI che non sono altro che CREDENZE AVENTI VALORE DI “PREDIZIONI CREATRICI”.

In PNL i presupposti sono delle affermazioni da utilizzare come se fossero vere:

  1. Qualsiasi cosa accade in una parte del sistema cibernetico, qual è l’essere umano, questa influenzerà necessariamente tutte le altre parti del sistema.
  2. Ogni comportamento è comunicazione.
  3. Ogni comportamento (verbale, paraverbale e non verbale) implica una trasformazione dei processi neurali interni e pertanto fornisce informazioni su questi processi.
  4. Ogni comportamento ha contenuto o contiene un’intenzione positiva per il soggetto, poiché fornisce la miglior risposta possibile nel contesto in cui si è manifestato o si manifesta.
  5. La mappa non è il territorio (la mappa del bosco non è il bosco).
  6. La PNL è lo studio della struttura dell’esperienza soggettiva.
  7. Le rappresentazioni sensoriali sono le basi del linguaggio dell’esperienza soggettiva.
  8. L’eccellenza è limitata soltanto dalla nostra percezione di ciò che è possibile.
  9. La PNL estende i limiti di ciò che è possibile.
  10. Non esiste comunicazione corretta o sbagliato in assoluto.
  11. Il buon comunicatore è responsabile al 100% dei risultati che ottiene (o che non ottiene).
  12. Le esperienze interne che siano percepite come identiche alle esperienze esterne generano nel soggetto identiche risposte.
  13. Qualunque processo osservato è schematizzabile e riproducibile.
  14. Si possono determinare quali sono le strategie che realizzano con successo un obiettivo ben formato e/o le ragioni di non realizzazione.
  15. Se c’è una sola persona al mondo che sa fare una certa cosa, si può impararne la strategia e insegnarla a tutte le altre persone.

 

BIBLIOGRAFIA

  • – “LA RISTRUTTURAZIONE” di Richard Bandler e John Grinder – ed. Astrolabio;
  • – “LA STRUTTURA DELLA MAGIA” di Richard Bandler e John Grinder – ed. Astrolabio;
  • – “PNL E’ LIBERTA’” di Richard Bandler ed Owen Fitzpatrick – ed. Urgnano, Alessio Roberti;
  • – “VERSO UN’ECOLOGIA DELLA MENTE” di Gregory Bateson – ed. Adelphi;
  • – “MENTE E NATURA, UN’UNITà NECESSARIA” di Gregory Bateson – ed. Adelphi;
  • – “CONVINZIONI” di R. Dilts –ed. Astrolabio;
  • – “CREARE MODELLI CON LA PNL” di R. Dilts –ed. Astrolabio;
  • – “ESSERE AUTORE DELLA PROPRIA VITA” di Michelle J. Noel – ed. Quintessence;
  • – “PROVA A RACCONTARE …dai VOCE ALLE STORIE” di Terry Bruno e Fiorella Razaboni;
  • – “STILI DI APPRENDIMENTO E STRATEGIE DIDATTICHE” di A. Cerini – ed. Franco Angeli;
  • – “APPUNTI DI PNL PER GLI INSEGNANTI” di M. Grinder – ed. NLP Italy;
  • – “I LIVELLI DI PENSIERO” di R. Dilts – ed. NLP Italy;
  • – “CONOSCITI” di L.J. Gonzales – ed. del Teresianum;
  • – “COME CONDURRE UNA PRESENTAZIONE EFFICACE” di R. Dilts – ed. Dialogika;
  • – “GIARDINIERI, PRINCIPESSE E PORCOSPINI” di C. Casula – ed. Franco Angeli;
  • – “COMUNICARE IN PUBBLICO MAGICAMENTE” di T. James e D. Shephard – ed. NLP Italy.